Va bene, sappiamo che a nessuno piacciono i controlli di sicurezza in aeroporto. Sono noiosi, ci vuole una vita, e levano minuti preziosi al tempo che potresti passare a casa steso sul divano / in vacanza vicino alla piscina a rilassarti.

Ma è un male necessario e, a quanto pare, un male che può essere facilitato dai passeggeri, grazie ad un piccolo numero di accorgimenti da prendere durante il loro soggiorni in aeroporto. Secondo una ricerca, i motivi più comuni per cui gli scanner dei passaporti in aeroporto non funzionano e le persone sono costrette a dover mostrare i loro documenti alla sicurezza, è perché i passeggeri sono stanchi, ubriachi o hanno un sacco di peli facciali.

Questa ricerca mostra che essere stanco o ubriaco può modificare le proprie sembianze facciali e fare in modo che sia più difficile per le macchine di collegare il proprio viso a quello del passaporto, mentre i peli facciali possono oscurare alcune parti della nostra faccia.

Kevin Smith, capo della tecnologia e specialista del riconoscimento facciale, ha detto:” Miglioramenti nella tecnologia hanno portato ora solo l’1% dei passeggeri fallisce il test ePassport. Nonostante ciò, questo numero aumenta incredibilmente se si considera il numero delle persone che solcano gli aeroporti di tutto il mondo ogni giorno”.

“Il riconoscimento facciale è senza dubbio uno degli avanzamenti più significativi nella sicurezza aeroportuale degli ultimi anni, ma è importante ricordare che alcuni errori possono ancora essere connessi, specialmente se la foto del tuo passaporto è molto vecchia”.

La ricerca ha scoperto che in un anno, questi errori ammontano a circa 9000 ore di ritardi solo negli aeroporti del Regno Unito, quindi è meglio aspettare di essere a casa per bere un drink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *